Questo é un negozio demo. Tutti gli ordini effettuati attraverso questo negozio, non saranno onorati o portati a compimento.

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: € 0,00

Contattaci

02-8396-8544

Orari

lun-gio 9.30 – 19.30, ven-sab 9.30 – 23.00

I PASTICCINI E IL TORRONE

I PASTICCINI E IL TORRONE

I dolci in tavola sono come i concerti barocchi nella storia della musica: un'arte sottile.
Isabel Allende


Le principali varietà di torrone sono quello duro e quello morbido: la differenza fra le due è dovuta a diversi fattori. Innanzituttoil diverso grado di cottura dell'impasto: difatti nel torrone duro (anche chiamato "friabile") la cottura è solitamente prolungata nel tempo fino a raggiungere (in alcuni prodotti tipici) le 12 ore. Altrettanto importante è la composizione della ricetta ed il rapporto tra il miele e gli zuccheri (tra cui saccarosio, sciroppo di glucosio, sciroppo di zucchero invertito).

Il torrone tenero, invece, ha una cottura che solitamente non supera le 2 ore; ciò permette di avere un'umidità dell'impasto più alta; questo fattore in combinazione alla ricetta diversa produce un impasto più tenero. Come già detto i torroni si distinguono poi fra mandorlati e nocciolati. La variante aquilana, prodotta industrialmente già nel XIX secolo, prevede un impasto contenente cacao.

Varianti più moderne comprendono il torrone classico ricoperto di cioccolato. Una ulteriore tipologia, con pasta reale (pasta di mandorle ricoperta di cioccolato pregiato o di glassa di zucchero fondente) non è da considerarsi propriamente un "torrone".

Griglia  Lista 

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2

Griglia  Lista 

Imposta ordine discendente
Pagina:
  1. 1
  2. 2